Azathoth

AzathothNon avrei mai detto che avrei postato su questo blog disegni che ritraessero divinità, ma ecco lo faccio. Questa è la mia interpretazione di Azathoth. Azathoth è il dio idiota inventato, o meglio profetizzato da Howard Phillips Lovecraft, dio che regna sul tempo e lo spazio da un nero trono incompressibile al centro del caos supremo. Vi chiederete dov’é il trono e il caos, giustamente, ma dopo ore passate a pensare come disegnarlo ho capito che non sono abbastanza bravo a disegnare qualcosa che il mio cervello non può comprendere. Vi chiederete allora come sia possibile disegnare un dio se non si è capaci a disegnare un trono, ma qui mi è bastato pensare a una creatura dall’aspetto idiota e mostruoso, e cosa c’è meglio di un verme? niente a mio parere, ed è per questo che per fare la bocca mi sono ispirato al riftia pachyptila, conosciuto come verme tubo gigante. Correlando il tutto con occhi che sono un misto tra gli occhi di un acaro della polvere molto simile a una formica, di cui , ahimé, non ho trovato il nome e quelli di una chiocciola. Più dei tentacoli, che non fanno mai male in una creatura Lovecraftiana. A metà del mio lavoro mi è venuto in mente il principe Myskin, protagonista del “L’idiota” scritto da Dostoevskij e stavo per cambiare completamente il soggetto passando da un dio mostruoso e orribile a uno capace solo di fare del bene incondizionato creando comunque molto dolore ma l’idea di un dio buono non rientrava troppo nel mio immaginario, quindi ho preferito continuare il disegno già iniziato.  Avendo letto relativamente a Azathoth solo la casa delle streghe, in cui ci sono solo tre righe che ne parlanoe ne descrivono l’aspetto solo definendolo “ritorto su se stesso”, non so se ho commesso grandi errori in questa interpretazione, ma guardando altri disegni sul web penso sia sufficentemente corretta. Per quanto non mi piace spiegare troppo i miei disegni devo precisare di aver optato per disegnare una galassia all’interno della sua bocca per riprendere il concetto di ritorto, infatti invece di immaginarmi una palla informe che si mangia e rimangia o preferito immaginarmi che lui sia il contenuto e il contenitore dell’univero. Questo può definire uno spazio infinito, in un ambiente finito, togliendo la necessità del contenitore per fare esistere un contenuto. Penso che questo artico sia sufficentemente ampio per dimostrare senza ombra di dubbio quanto io sia intelligente, forse il più intelligente essere all’interno o esterno di Azathoth. Saluto tutti quelli che mi seguono e vi auguro una buona permanenza nella bocca dell’Idiota.

P.S.: Trovo strano dare aggettivi umani a cose divine, ma forse è solo un mio problema.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Disegni, Lovecraft e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Azathoth

  1. ysingrinus ha detto:

    A me piace molto, complimenti per il tentativo di raffigurare il piú grande di tutti i Grandi Antichi!

    Mi piace

  2. Mattia De Padova ha detto:

    Grazie 🙂 Questo è il primo di una serie di creature lovecraftiane che voglio disegnare

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...